Distributori di snack e bevande: è boom

Distributori di snack e bevande: è boom

Tutto inizia nel 1953, con l’arrivo dagli Usa dei primi distributori automatici di Coca Cola a Milano. Dieci anni più tardi la Fiera Campionaria propone una nuova categoria di prodotti: il Vending è già divenuto una realtà di mercato tutta italiana, che accompagna il cambiamento degli stili di vita e delle abitudini fuori casa. Oggi oltre 20 milioni di persone si servono regolarmente dei distributori automatici, in azienda, negli uffici, negli ospedali, nelle scuole, nelle stazioni, nei centri commerciali. «L’Italia – dice Augusto Garulli, presidente di Confida, associazione degli operatori di settore – è il principale produttore europeo e tra i primi nel mondo, capace di esportare quasi il 60% della produzione».
Quali sono i numeri del comparto?
«Il giro d’affari ha superato quota 1,5 miliardi, con oltre 800mila distributori automatici installati in Italia, sui 4,5 milioni in funzione in Europa. Il settore, con circa 30mila addetti in oltre 1.500 aziende, gode di buona salute. Non è solo un fenomeno economico, ma un servizio alla collettività. Peraltro, basta osservare come è cambiata la collocazione dei distributori automatici nelle aziende: in passato erano quasi nascosti, oggi sono sempre più spesso al centro di piccole aree di ristoro e relax».
Anche il design ha segnato un netto cambiamento…

Continua a Leggere